Loading...

CULTURA, EVENTI, NATURA, VACANZE PER RAGAZZI, VIAGGI DI NOZZE, CROCIERE

Proposte di viaggio per ogni tua esigenza!

Monterano la Citta’ Perduta

Monterano la Citta’ Perduta

La mitica Monterano, città medievale abbandonata alla fine del 700, insieme alle testimonianze etrusche protegge ambienti straordinari caratterizzati da una vegetazione e da una fauna particolare.

PROPOSTA PER LE SCUOLE

L’itinerario scelto parte da Canale Monterano, scende verso la Cascata della Diosilla, costeggia il Fosso Bicione arriva  alla “Solfatara” e prosegue fino all’antico abitato etrusco e medioevale.

Periodo consigliato: tutto l’anno

Grado di difficoltà: facile

Età: per tutti

Attrezzatura consigliata : binocolo, macchina fotografica, taccuino, penna/matita, k-way, zainetto, borraccia.

Abbigliamento: indumenti comodi e scarpe che proteggano la caviglia e non abbiano suole lisce.

Durata: 1 giorno

Partecipanti: minimo 15

INFORMAZIONI

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE

Partecipanti     Uscita mezza giornata    Uscita intera giornata

da 20 a 30             4,00                              5,00

da 31 a 40              3,50                              4,50

da 41 a 50              3,00                              4,00

La quota comprende: 1 operatore specializzato, IVA.

La quota non comprende: spese per il trasporto, pasti. Extra di carattere personale.

INFORMAZIONI:

“LA RISERVA” LUOGO DI FORMAZIONE E DI EDUCAZIONE CHE METTE IN RELAZIONE SCUOLA E TERRITORIO.

Una Riserva Naturale è qualcosa di vivo, un complesso e straordinario mondo dove il bosco, le rocce gli animali, l’aria, l’acqua, i fiori e l’uomo sono indispensabili gli uni agli altri. Il percorso progettato per le scuole vuole far conoscere tutte le emergenze naturali, storico-archeologiche, sociali ed economiche presenti nella Riserva Naturale e nel paese di Canale Monterano, per meglio rispettare, amare e valorizzare tutti beni culturali, ambientali ed archeologici. Un approccio unico che comprende varie materie, è questo il punto di forza del percorso stesso. Una visita guidata senza confini tra materie scolastiche diverse, che si attivano su un programma comune di educazione ambientale L’obiettivo educativo è una modifica ed un miglioramento dei comportamenti individuali nei confronti degli altri, dell’ ambiente e del territorio, al fine di conquistare una più ampia e piena consapevolezza di cittadino. Allora il territorio diventa il prolungamento dell’ aula scolastica: i prati, i boschi e i fiumi si rivelano grandi laboratori scientifici per costruire un sapere non dogmatico. Il grande patrimonio naturale e storico – culturale del nostro paese diventa così una straordinaria occasione di formazione ed educazione, dove l’emozione e la meraviglia costituiscono i momenti iniziali e fondamentali della proposta didattica

COME RAGGIUNGERE IL PAESE DI CANALE MONTERANO (RM) Situato a 45 km a sud di Viterbo e a 50 km a nord di Roma a confine con il comprensorio Tolfetano – Cerite è raggiungibile:

DA ROMA OVEST- provenendo da Roma ovest si percorre la SS1 (via Aurelia), proseguendo fino all’altezza della stazione di Furbara per poi svoltare a destra per la provinciale del Sasso e proseguire per Manziana – Canale Monterano.

DA ROMA NORD – provenendo dalla S.S.2 (Via Cassia) al bivio per la Storta e si prosegue per la S.S. n. 493 (Via Braccianese Claudia). Superare le indicazioni per i paesi Bracciano, Manziana e proseguire per Canale Monterano.

DA ROMA EST E SUD – G. R. A Si prosegue sul grande raccordo anulare di Roma fino all’uscita della S.S. n. 2 bis (Via Cassia Veientana). Proseguire sulla Cassia Veientana fino all’uscita Cesano Bracciano, proseguire poi per Bracciano – Manziana e Canale Monterano.

DA VITERBO prendere la Cassia direzione Capranica al bivio girare a destra girare per Oriolo Romano e dopo Oriolo Romano girare a destra per Montevirginio – Canale Monterano.

ITINERARIO  RISERVA NATURALE REGIONALE MONTERANO – CANALE MONTERANO RM – LAZIO

0re 09.30 – Appuntamento (da confermare)  con la Guida presso i giardini pubblici comunali (in Corso Vittorio Emanuele), del paese di Canale Monterano.

Ore 10.15 – Inizia il percorso nella Riserva. Si scende dalla Cascata  Diosilla, costeggiando il Fiume Mignone si attraversa la Valle del Bilione. Soste previste per la descrizione delle emergenze naturalistiche della Riserva. Salita verso l’abitato Monteranese. Tra le numerose emergenze storico archeologiche (tombe etrusche, grotte e arcaiche stalle), spiccano il Fontanile e il vetusto Acquedotto, mentre dal lato opposto della vallata si evidenziano i romitori medioevali della Greppa dei Falchi.

Ore 12.00 – Arrivo sul prato della Chiesa di San Bonaventura. Visita e descrizione della Chiesa.

Ore 12.30 – Pranzo al sacco sul grande prato antistante la Chiesa. visita all’antico abitato Monterano: il castello, la fontana Berniniana del Leone, la chiesetta di San Rocco, il borgo medioevale. Preparativi per il ritorno e partenza per via Casale Persi e via Palombara, Zona Campo Sportivo e via Monterano o ritorno dalla cascata della Diosilla.

Ore 16.00 – Arrivo al paese di Canale Monterano, pausa e merenda prima della partenza.

DA VEDERE Numerose sono le sorprese lungo l’itinerario. Tra le più suggestive ricordiamo: la Cascata Diosilla, le miniere, le numerose manifestazioni di vulcanesimo residuo, la roccia antropomorfa “dell’Indiano”, la tagliata etrusca, la necropoli, l’acquedotto, il Convento di San Bonaventura, l’antico borgo medioevale di Monterano, la fontana del Leone (Bernini), il Castello Altieri; le Chiese di Santa Maria Assunta e di S. Rocco.

Lunghezza: 3 km ca.

Difficoltà: facile

Tempo di percorrenza: 3 ore ca.

COSA PORTARE La visita si svolge all’ interno di una Riserva Naturale, è quindi necessario indossare scarpe comode (senza suole lisce) preferibilmente scarpe da trekking, con abiti comodi portandosi dietro poche cose. Uno zaino con il pranzo al sacco, un blocco per appunti, matite colorate, una penna, un binocolo, un cappello, una macchina fotografica, una borraccia, sono tutto ciò che serve per la visita 

Leave a Comment